Vai a sottomenu e altri contenuti

Prescrizioni Regionali Antincendio e Ordinanza Sindacale n. 2 del 25.05.2021

Data pubblicazione on line: 14/06/2021

Il fenomeno degli incendi rappresenta ogni anno una grave minaccia per l'intero patrimonio ambientale della nostra Regione e per l'integrità della vita umana, per questo serve una attenzione particolare da parte di tutti al fine di mettere in atto tutti quei comportamenti di tutela e prevenzione che possono evitare danni all'ambiente e alle persone.
L'informazione, è estremamente importante per sviluppare nella popolazione la consapevolezza necessaria alla corretta applicazione delle regole e dei comportamenti, e rappresenta uno degli obiettivi principali a cui tendere nell'ambito di una concreta politica di riduzione del rischio, in quanto il sistema territoriale, risulta essere tanto più vulnerabile, rispetto ad un determinato evento, quanto più basso è il livello di conoscenza.

E' opportuno essere costantemente informati sulle previsioni di pericolosità per il rischio incendi, visualizzare il sito internet SardegnaProtezioneCivile dove si potranno leggere quotidianamente, nell'apposita sezione dedicata ai ''Bollettini di previsione di pericolo di incendio'', tutte le notizie utili, e rispettare sempre le disposizioni degli enti locali e di protezione civile preposti al sistema di allertamento e alla gestione dell'emergenza.

Per prevenire gli incendi molto spesso è sufficiente rispettare alcune semplici norme di comportamento, in particolar modo durante il periodo estivo, così da salvaguardare un patrimonio comune quale è quello boschivo e tutelare l'integrità della vita.

Per evitare un incendio è sempre importante:

  • Non utilizzare a sproposito qualunque tipo di fuoco d'artificio.
  • Se fumi, non gettare mozziconi o fiammiferi accesi, anche se sei in macchina o nei pressi del mare.
  • Accendere fuochi nei boschi è pericoloso ed è regolato da apposite norme (vedasi Prescrizioni regionali
    antincendi vigenti).
  • Le marmitte catalitiche possono incendiare facilmente l'erba secca.
  • Se ti trovi in una zona a rischio di incendio boschivo, presta attenzione all'ambiente che ti circonda.
  • Rispettare tutte le norme e le precauzioni quando in campagna si utilizzano strumenti da lavoro.
  • Non abbandonare rifiuti nei boschi: raccoglili e portarli via.
  • Nelle zone più esposte agli incendi, attorno alle abitazioni e ai fabbricati, pulire il terreno dalla vegetazione infestante e dai rifiuti facilmente infiammabili.

Se c'è un principio di incendio:

  • Tentare di spegnerlo solo se si è certi di una via di fuga, tenendo le spalle al vento e battendo le fiamme con una frasca fino a soffocarle.
  • Non sostare nei luoghi sovrastanti l'incendio o in zone verso le quali si stia indirizzando il fumo.
  • Non attraversare la strada invasa dal fumo o dalle fiamme.
  • Non parcheggiare lungo le strade.
  • Non accodarsi alle altre macchine e ove possibile tornare indietro.
  • Agevolare l'intervento dei mezzi di soccorso, liberando le strade e non ingombrandole con la propria autovettura.
  • Indicare alle squadre antincendio le strade o i sentieri percorribili.
  • Mettere a disposizione riserve d'acqua ed altre attrezzature.

Se si è minacciati dal fuoco:

  • Cercare una via di fuga sicura dalle fiamme, una strada, un corso d'acqua e rifugiarsi in un'area libera da combustibili o già bruciata.
  • Se si è in spiaggia, raggrupparsi sull'arenile e immergersi nell'acqua bassa: è il luogo più sicuro.
  • Non tentare di recuperare auto, moto, tende o quanto è stato lasciato dentro.
  • Segnalare la propria presenza.
  • Mettere al riparo dal fuoco bombole di gas e taniche di liquidi infiammabili.
  • Non abbandonare una abitazione se non si è certi che la via di fuga sia aperta.
  • Disattivare l'impianto elettrico agendo sull'interruttore generale o sul misuratore di corrente.
  • Sigillare con carta adesiva e panni bagnati porte e finestre.
  • Predisporre recipienti pieni d'acqua e panni bagnati e rifugiarsi negli ambienti più interni dell'abitazione, respirando attraverso un panno umido.
  • Non intralciare le operazioni di spegnimento e di soccorso.
  • Segnala l'incendio agli Enti Competenti telefonando al numero verde 1515 del Corpo forestale e di vigilanza ambientale (C.F.V.A.), al 115 dei Vigili del Fuoco, al 113 della Polizia di Stato o al 112 dei Carabinieri.
  • I numeri sono attivi 24 ore su 24 in tutto il territorio, la chiamata è completamente gratuita e possibile da tutti i telefoni fissi pubblici e privati e da tutti i cellulari.


Numeri utili - numeri d'emergenza


Corpo forestale e di vigilanza ambientale 1515
Emergenza sanitaria
Vigili del Fuoco 115
Carabinieri 112
Polizia di Stato 113
Guardia di Finanza 117

Comune di Bidonì 078369044

Ordinanza Sindacale n. 2 del 25.05.2021

ORDINA

  1. Entro il 15 Giugno 2021 a tutti i proprietari, i conduttori e i detentori a qualsiasi titolo di terreni situati nel centro abitato e limitrofi ad esso e alle strade comunali, appartenenti a qualunque categoria d'uso (giardini, orti, boschi) nonché i responsabili di cantieri edili e stradali e i responsabili di provvedere all'idonea pulizia e manutenzione da erbacce, fieno, sterpaglie alla pulizia di dette aree dalle erbacce, mediante falciatura o aratura superficiale e contemporaneamente all'eliminazione di detriti, immondizie, materiali putrescibili, macchinari obsoleti etc. e qualsiasi altro materiale infiammabile;
  2. Ai proprietari o conduttori di aree peri urbane, entro la stessa data, di realizzare una fascia di rispetto di almeno 4 metri, mediante le operazioni indicate al punto precedente, quando detta area confina con un fabbricato o con una strada;
  3. La pulizia e la manutenzione vengano effettuati costantemente fino al 31 ottobre, in modo da garantire la perfetta pulizia dei luoghi e la conseguente riduzione dei rischi sopra esposti;
  4. Tutti i proprietari di cani e gatti, all'utilizzo di tutte le misure idonee atte ad evitare il fenomeno del randagismo, nonché provvedere all'utilizzo di appositi trattamenti anti zecche (collari, lozioni etc.);
  5. Divieto del pascolo nelle aree urbane o immediatamente adiacenti l'abitato e comunque ad una distanza di almeno 50 mt. dall'ultima abitazione;
  6. La bonifica di tutti gli spazi e di tutti gli animali risultanti infestati da zecche presso le aziende zootecniche, negli allevamenti e nei ricoveri, nonché l'applicazione dei trattamenti specifici idonei disposti dalla dell'Azienda Tutela della Salute - Area Socio Sanitaria Locale di Oristano, Servizio Igiene Pubblica e Sanità;

DISPONE

• che in caso di mancata osservanza del presente atto, salvo che il fatto non costituisca reato e fatta salva l'applicazione delle sanzioni previste dall'art. 10 della L. n.353/2000 e di quelle previste dalla specifica normativa di settore, ai trasgressori sarà applicata la sanzione amministrativa da un minimo di 25 euro a un massimo di 500 euro;
• che trascorso inutilmente il termine ultimo per l'esecuzione di quanto disposto con la presente ordinanza, agli inadempienti verrà applicata la sanzione accessoria, mediante diffida formale, che consiste nell'obbligo di pulire l'area entro e non oltre tre giorni dalla data di notifica della diffida stessa. In caso contrario i lavori verranno eseguiti d'ufficio da parte di questa Amministrazione Comunale con il successivo addebito delle spese sostenute per i lavori di bonifica e di conseguenza il proprietario dell'area sarà denunciato all'Autorità Giudiziaria ai sensi dell'art. 650 del Codice Penale.
• che restano fermi tutti gli obblighi e i divieti previsti dalle PRAI Prescrizioni Regionali Antincendio 2020 in materia di uso autorizzato del fuoco e norme di prevenzione;
• la notifica del presente provvedimento, all'Ufficio Tecnico, all'Ufficio di Polizia Locale, alla Stazione Carabinieri di Sorradile, alla Stazione Forestale, alla ASL di Oristano e al Messo Comunale per la pubblicazione all'Albo Pretorio;

INCARICA

la Polizia Locale e gli agenti della forza pubblica, della vigilanza per l'esatta osservanza della presente ordinanza.

INFORMA

Che ai sensi dell'art.3 comma 4 della L. 241/1990 e successive modificazioni ed integrazioni avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso al T.A.R. della regione Sardegna entro il termine di 60 (sessanta) giorni decorrenti dalla data di notificazione, ricevimento del presente atto o comunque dalla piena conoscenza dello stesso (Legge 06.12.1971 n. 1034). Oppure, in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro il termine di 120 (centoventi) giorni, decorrenti dalla data della notificazione o della comunicazione dell'atto impugnato o da quando l'interessato ne abbia avuto la piena conoscenza ai sensi del D.P.R. nr. 1199 del 24/11/1971.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Prescrizioni Regionali Antincendio 2021 - opuscolo Formato pdf 798 kb
Prescrizioni Regionali Antincendio 2021 - Delibera Formato pdf 81 kb
Prescrizioni Regionali Antincendio 2021 - Allegato Delibera Formato pdf 820 kb
Domanda abbruciamento 2021 Formato rtf 86 kb
Domanda spettacolo pirotecnico 2021 Formato rtf 157 kb
Ordinanza Sindacale n. 2 del 25.05.2021 Formato pdf 162 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Servizio Vigilanza
Referente: Rosa Puligheddu
Indirizzo: Via Taloro 3
Telefono: 078369044  
Fax: 078369407  
Email: ufficio.protocollo@comune.bidoni.or.it-polizialocale.bidoni@gmail.com
Email certificata: protocollo@pec.comune.bidoni.or.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto