Vai a sottomenu e altri contenuti

Emergenza COVID-19 DPCM 17/05/2020 e Ordinanza del Presidente della Regione Sardegna n. 23 del 17 maggio 2020

Data pubblicazione on line: 18/05/2020

Cosa cambia dal 18 maggio 2020, le misure previste nello specifico dal DPCM 17/05/2020 e dall'Ordinanza del Presidente della Regione Sardegna n. 23 del 17 maggio 2020.

Riaprono il 18 maggio numerose attività, purché seguano le linee guida precedentemente pubblicate:

  • commercio al dettaglio in sede fissa;
  • commercio su aree pubbliche (mercati, posteggi fuori mercato e chioschi);
  • agenzie di servizi (a titolo di esempio, agenzie di viaggio e agenzie immobiliari);
  • servizi di somministrazione di alimenti e bevande ed attività, anche artigianali, che prevedono l'asporto e il consumo sul posto (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie);
  • strutture ricettive alberghiere, strutture ricettive all'aria aperta, alloggi in agriturismo;
    attività turistiche relative alla balneazione;
  • riaprono anche le spiagge libere;
    musei e degli altri istituti e luoghi della cultura;
  • uffici aperti al pubblico, pubblici e privati, studi professionali e servizi amministrativi;
    manutenzione del verde;
  • tirocini extracurriculari a mercato.

Riapre il 21 maggio

  • Riaprono all'aviazione generale, cioè ai voli privati, tutti gli aeroporti regionali. Nessuna novità invece per i traghetti e il normale traffico passeggeri, ancora sottoposti a limitazione. Permane l'obbligo di isolamento fiduciario di 14 giorni per chi arriva in Sardegna, fatto salvo per le categorie escluse.

Articoli dell'Ordinanza del Presidente della Regione Sardegna n. 23

Mascherine obbligatorie nei locali aperti al pubblico:
Art. 1) Sull'intero territorio regionale è obbligatorio l'uso delle mascherine in tutti i locali aperti al pubblico. Tale obbligo vige anche nei luoghi all'aperto laddove non sia possibile mantenere il distanziamento di almeno un metro.

Ci si può spostare all'interno della Sardegna senza autocertificazione:
Art. 2) Con decorrenza dal 18 maggio 2020, cessano di avere effetto tutte le misure limitative della circolazione all'interno del territorio regionale.

Confermato fino al 2 giugno l'isolamento fiduciario di 15 giorni per chi arriva in Sardegna:
Art. 3) Tutti i soggetti in arrivo in Sardegna, a prescindere dai luoghi di provenienza, a partire dal 18 maggio 2020 hanno l'obbligo di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni, con contestuale divieto di circolazione sull'intero territorio regionale, fatti salvi i casi esplicitamente previsti in deroga da norme statali o regionali. Hanno, altresì, l'obbligo:
a) di comunicare tale circostanza al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta o all'operatore di sanità pubblica del servizio di sanità pubblica territorialmente competente;
b) di compilare il modulo allegato sotto la lettera ''A'' alla precedente ordinanza n.4 in data 08/03/2020 integrato con le disposizioni dell'Ordinanza n. 5 del 09/03/2020, secondo le modalità indicate nella sezione ''NUOVO CORONAVIRUS'' accessibile dalla homepage del sito istituzionale della Regione Sardegna;
c) in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l'operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione, rimanendo raggiungibile per ogni attività di sorveglianza;

Art. 4) Al fine di dare attuazione delle disposizioni di cui al precedente art.3, è fatto obbligo ai vettori aerei e navali, alle società di gestione degli scali e alle altre autorità comunque competenti di acquisire e mettere a disposizione della Regione Sardegna i nominativi ed i recapiti dei viaggiatori trasportati a decorrere dal 18 maggio 2020 sulle linee di collegamento con la Sardegna, secondo le modalità da concordare con la Direzione generale della protezione civile.

Art. 5) I nominativi ed i recapiti acquisiti ai sensi dei precedenti articoli e delle Ordinanza n. 4 dell'08/03/2020 e n. 5 del 09/03/2020, sono trattati dalla Regione Sardegna, ai sensi dell'articolo 5 dell'Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 630 del 3 febbraio 2020 e nel rispetto del Regolamento n. 2016/679/UE, secondo misure appropriate e proporzionate alla tutela dei diritti e delle libertà degli interessati, sono inseriti in un apposito database regionale, utilizzato per le azioni di monitoraggio dei soggetti interessati nei quattordici giorni di prescritto isolamento fiduciario ed in collaborazione con le forze dell'ordine, i Comuni e le Aziende Sanitarie territorialmente competenti.

Art. 6) Per il personale di equipaggio di navi e aeromobili di linea in arrivo in Sardegna nonché per gli autisti dei servizi navetta addetti ai loro trasferimenti si applicano le seguenti disposizioni speciali, già previste dall'ordinanza n. 5 del 09/03/2020:
a) gli equipaggi come sopra meglio descritti non devono allontanarsi dalla struttura ricettiva presso la quale pernottano o dalle proprie dimore fino alla ripartenza prevista evitando, nel periodo di permanenza in Sardegna, ogni contatto;
b) i bagagli degli anzidetti equipaggi, dopo la riconsegna ai nastri, devono essere movimentati esclusivamente dai rispettivi proprietari;
c) gli autisti dei servizi navetta addetti al trasferimento degli equipaggi, devono essere dotati di idonei dispositivi di protezione individuale, quali mascherina con filtro non inferiore a FFP2, guanti e occhialini o visiera protettiva. Al termine di ogni servizio, le superfici interne del mezzo di trasporto devono essere disinfettate con ipoclorito di sodio allo 0,1% dopo una preventiva pulizia con detergente neutro.

Art. 7) La misura della permanenza domiciliare di cui all'art.1 è da ritenersi esclusa nei casi espressamente disciplinati dalle note prot. n.2593 del 10/03/2020 e prot. n.03EM del 16/03/2020, esplicative delle ordinanze del Presidente della Regione n. 5 del 09/03/2020 e n. 9 del 14/03/2020, alle condizioni ivi previste, nonché alle ulteriori previsioni di cui al Decreto interministeriale n. 145 del 03/04/2020. La permanenza domiciliare è altresì esclusa per il personale delle Forze Armate/Forze dell'Ordine, a condizione che sia sottoposto a sorveglianza sanitaria dai competenti organi sanitari militari e per gli Organi costituzionali nell'adempimento delle proprie funzioni.

Art. 8) L'efficacia delle disposizioni dell'ordinanza n.6 del 13 marzo 2020 (così come prorogata e modificata dalle ordinanze n.12 del 25.03.2020, n.14 del 3.04.2020, n.19 del 13 aprile 2020, n.20 del 2 maggio 2020) è prorogata fino al 02.06.2020, salvo ulteriore proroga esplicita.

Art. 9) L'ordinanza n.9 del 14.03.2020 (così come modificata e prorogata dalle ordinanze n. 13 del 25.03.2020, 15 del 3.04.2020, n. 19 del 13 aprile 2020, n. 20 del 2 maggio 2020) è prorogata fino al 02.06.2020, salvo ulteriore proroga esplicita. All'art. 2, comma 1, della citata ordinanza n. 9, dopo le parole ''dall'aeroporto di Cagliari'' è aggiunto l'inciso ''e Olbia''.

Ripartono i voli privati in tutti gli aeroporti regionali:
Art. 10) Fatto salvo quanto previsto dal precedente articolo 9, negli aeroporti dell'intero territorio regionale sono consentite le attività di aviazione generale a decorrere dal 21 maggio 2020, previa sottoscrizione tra Regione e Società di gestione aeroportuali di apposite linee guida sui controlli da effettuare sui passeggeri in ingresso, validate dal Comitato tecnico scientifico istituito per fronteggiare la diffusione epidemiologica del Covid-19 in Sardegna con deliberazione della Giunta regionale n.17/4 del 01/04/2020, come integrato con deliberazione n. 24/9 dell'08/05/2020.

Art. 11) La ripresa del traffico passeggeri di linea dell'aviazione commerciale conseguente alla riapertura dell'aeroporto di Olbia è subordinata alla sottoscrizione di uno specifico Protocollo tra l'Autorità Sanitaria Regionale e la Società di Gestione Aeroportuale GEASAR per la disciplina dei controlli sanitari connessi all'emergenza epidemiologica da CoVid-19 sui passeggeri in ingresso, anche in considerazione della più alta incidenza del numero di casi positivi nella Provincia di Sassari rispetto al resto del territorio regionale.

Ecco le attività che aprono dal 18 maggio:
Art. 12) Tutte le attività già consentite dalle ordinanze nn. 20 del 2 maggio 2020 e 22 del 13 maggio 2020 devono intendersi prorogate fino al 2 giugno 2020, salvo ulteriore proroga.

Art. 13) Nell'ambito del territorio regionale, in considerazione del valore calcolato dell'indice di trasmissibilità Rt (R con t) pari a 0,24 e fino a che questo non superi la soglia di 0,50, sulla base della pubblicazione da parte del Ministero della Salute degli indicatori previsti dal D.M.S. in data 30 aprile 2020, che certifica la compatibilità dello svolgimento delle attività meglio descritte a seguire con l'andamento del situazione epidemiologica nel territorio regionale ai sensi dell'art. 1, primo comma, lett. dd), ee) e gg) del DPCM 17 maggio 2020, fermo restando il divieto di assembramento e il rispetto del distanziamento personale, in conformità alle linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive approvate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome in data 16 maggio 2020 ed allegate al richiamato DPCM (All. 17), a decorrere dal 18 maggio 2020 è consentita l'apertura delle attività di:
a) Commercio al dettaglio in sede fissa, commercio su aree pubbliche (mercati, posteggi fuori mercato e chioschi) agenzie di servizi (a titolo di esempio, agenzie di viaggio e agenzie immobiliari);
b) Servizi di somministrazione di alimenti e bevande ed attività, anche artigianali, che prevedono l'asporto e il consumo sul posto (a titolo esemplificativo bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie);
c) Attività turistiche relative alla balneazione;
d) Strutture ricettive alberghiere, strutture ricettive all'aria aperta, alloggi in agriturismo;
e) Commercio al dettaglio;
f) Commercio al dettaglio su aree pubbliche ( mercati, fiere e mercatini degli hobbisti );
g) Uffici aperti al pubblico, pubblici e privati, studi professionali e servizi amministrativi;
h) Manutenzione del Verde;
i) Attività di apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all'articolo 101 del codice dei beni culturali e del paesaggio nel rispetto dei principi contenuti nelle linee guida nazionali;
j) Tirocini extracurriculari a mercato, laddove il soggetto promotore, quello ospitante e il tirocinante concordino sul riavvio del tirocinio, ferma restando la possibilità di avviare o proseguire il percorso formativo con modalità a distanza; il tirocinio in presenza deve essere svolto, in ogni caso, nel rispetto delle indicazioni tecniche e operative definite nelle linee guida nazionali o nei protocolli regionali previsti per il settore.

Art. 14) Nelle more della definizione di specifici Protocolli con gli enti locali e/o le organizzazioni di categoria e/o sindacali a livello regionale, validati dal Comitato Tecnico Scientifico istituito per fronteggiare la diffusione epidemiologica del Covid19 in Sardegna con deliberazione della Giunta regionale n. 17/4 del 01/04/2020, come integrato con deliberazione n. 24/9 dell'08/05/2020, l'esercizio delle attività di cui al precedente art. 13 è subordinata all'osservanza delle ''linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive'' approvate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome in data 16 maggio 2020 ed allegate al DPCM 17 maggio 2020 (All. 17) nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali, che qui si allegano alla presente ordinanza sotto la lettera ''A'' per farne parte integrante e sostanziale.

Riaprono le spiagge:
Art. 15) A decorrere dal 18 maggio è consentito l'accesso alle spiagge libere e agli arenili.

L'ordinanza è valida dal 18 maggio al 2 giugno 2020:
Art. 16) Per tutto quanto non espressamente disciplinato dalla presente ordinanza, si fa espresso rinvio al DPCM 17 maggio 2020 e relativi allegati.

Art. 17) Le disposizioni della presente ordinanza, fatto salvo quanto previsto all'articolo 10, producono i loro effetti a far data dal 18 maggio 2020 e fino al 2 giugno 2020, salvo proroga esplicita e salvo ulteriori, diverse prescrizioni, anche di segno contrario, che dovessero rendersi necessarie in dipendenza dell'andamento della curva di diffusione del virus, che sarà costantemente monitorata dai competenti organi dell'amministrazione e delle aziende.

Emergèntzia COVID-19 DPCM 17/05/2020 e Ordinàntzia de su Presidente de sa Regione Sardigna n. 23 de su 17 de maju 2020

Ite mutat dae su 18 de maju 2020, sas mesuras prevididas de pretzisu dae su DPCM 17/05/2020 e dae s'Ordinàntzia de su Presidente de sa Regione Sardigna n. 23 de su 17 de maju 2020.

Su 18 de maju torrant a abèrrere atividades meda, bastat chi rispetent sos inditos ghia giai publicados in antis:

§ cummèrtziu a sa minuda in sede fissa;

§ cummèrtziu in giassos pùblicos (mercados, giassos foras de sos mercados e àteros);

§ agentzias de servìtzios (pro nàrrere: agentzias de biàgiu e agentzias immobiliares);

§ servìtzios pro dare alimentos e bevandas e atividades, fintzas artigianales, pro ddos leare a àteru logu o de consumare in su matessi giassu in ue si bendent (bar/tzilleris, pub, ristorantes, gelaterias, pastitzerias);

§ istruturas ritzetivas alberghieras, istruturas ritzetivas in logu abertu, allògios in agriturismu;
atividades turìsticas chi pertocant a sa balneatzione;

§ torrant a abèrrere fintzas sas marinas lìberas; sos museos e àteros istitutos e logos de sa cultura;

§ ufìtzios abertos a su pùblicu, pùblicos e privados, istùdios professionales e servìtzios amministrativos;
cura de sos giardinos e giassos birdes;

§ tirotzìnios extracurriculares a mercadu.

Dae su 21de maju:

§ Torrant a abèrrere a s'aviatzione generale, cheret nàrrere a sos bolos privados, totu sos aeroportos regionales. Sos traghetos e su tràficu normale passigeris, abarrat limitadu. Abarrat s'òbligu de s'isulamentu fidutziàriu de 14 dies pro chie arribat in Sardigna, francu pro sas categorias esclùdidas.

Artìculos de s'Ordinàntzia de su Presidente de sa Regione Sardigna n. 23

Mascareddas obligatòrias in sos locales abertos a su pùblicu:

Art. 1) In su territòriu regionale est de òbligu pònnere sa mascaredda in totu sos locales abertos a su pùblicu. Custu òbligu balet fintzas in sos giassos abertos in ue non si podet mantènnere sa distàntzia de a su nessi unu metru s'unu dae s'àteru.

Non ddue cheret prus s'autotzertificatzione pro si mòvere a intro de sa Sardigna:

Art. 2) Dae su 18 de maju 2020, tzessant sos efetos de sas mesuras chi limitant sa tzirculatzione a intro de su territòriu regionale.

Cunfermadu fintzas a su 2 de làmpadas s'isulamentu fidutziàriu de 15 dies pro chie arribat in Sardigna:

Art. 3) Totu sos sugetos chi arribant in Sardigna, cale si siat su logu de provenièntzia, dae su 18 de maju 2020 tenent s'òbligu de abarrare in permanèntzia domitziliare cun isulamentu fidutziàriu pro 14 dies, e in custas dies ddis est vietadu de si mòvere in totu su territòriu regionale, francu sos casos a manera esplìtzita prevididos in dèroga dae normas istatales o regionales.

Tenent, fintzas, s'òbligu:

a) de comunicare custa situatzione a su dotore issoro de meighina generale o a su pediatra de lìberu sèberu o a s'operadore de sanidade pùblica de su servìtziu de sanidade pùblica cumpetente pro su territòriu;

b) de compilare su mòdulu allegadu suta sa lìtera ''A'' de s'ordinàntzia in antis, sa n. 4, in data 08/03/2020 integradu cun sos disponimentos de s'Ordinàntzia n. 5 de su 09/03/2020, sighende sas modalidades indicadas in sa setzione ''NUOVO CORONAVIRUS'' chi s'agatat in sa homepage de su situ istitutzionale de sa Regione Sardigna;

c) si bi sunt sìntomos, de avisare luego luego a su dotore issoro de meighina generale o a su pediatra de lìberu sèberu o a s'operadore de sanidade pùblica de su servìtziu de sanidade pùblica cumpetente pro su territòriu pro ogni inditu chi nde cunsighit, abarrende a disponimentu pro cale si siat atividade de sorvelliàntzia;

Art. 4) Pro dare atuatzione de sos disponimentos de s'art. 3, postu in anti a custu, est de òbligu a sos imprendidores aèreos e navales, a sas sotziedades de gestione de sos iscalos e a sas àteras autoridades, semper e cando cumpetentes, de leare e pònnere a disponimentu de sa Regione Sardigna sos nùmenes e sos recàpitos de sos chi viagiant dae su 18 de maju 2020 in sas lìnias de collegamentu cun sa Sardigna, respetende sas modalidades de cuncordare cun sa Diretzione generale de sa protetzione tzivile.

Art. 5) Sos nùmenes e sos recàpitos leados cunforma a sos artìculos in antis e de sas Ordinàntzias n. 4 de s'08/03/2020 e n. 5 de su 09/03/2020, sunt tratados dae sa Regione Sardigna, cunforma a s'artìculu 5 de s'Ordinàntzia de su Capu de su Dipartimentu de sa Protetzione tzivile n. 630 de su 3 de freàrgiu 2020 e in su rispetu de su Regulamentu n. 2016/679/UE, cunforma a sas mesuras apropriadas e proportzionadas a sa tutela de sos diritos e de sas libertades de sos interessados, sunt postos in una banca datos regionale apòsita, impreada pro sas atziones de osservatzione costante de sos sugetos interessados in sas batòrdighi dies de isulamentu fidutziàriu dispostu e in collaboratzione cun sas fortzas de s'òrdine, sos Comunes e sas Aziendas Sanitàrias cumpetentes in su territòriu.

Art. 6) Pro su personale de sas naves e de sos aèreos de lìnia chi arribant in Sardigna e fintzas pro sos autistas de sos servìtzios naveta prepostos a sos trasferimentos issoro si àplicant custos disponimentos ispetziales, giai prevididos dae s'ordinàntzia n. 5 de su 09/03/2020:

a) Su personale, giai subra naradu, non si depent istesiare dae s'istrutura ritzetiva in ue pernotant o dae sos pròpios abitòrios fintzas a cando, comente prevididu, depent torrare a tzucare evitende, in su perìodu de permanèntzia in Sardigna, ogni cuntatu;

b) sos bagàllios de custu personale, a pustis de èssere cunsignados torra in sos nastros, depent èssere mòvidos ebbia dae sos propietàrios issoro;

c) sos autistas de sos servìtzios naveta incarrigados de su trasferimentu de su personale, depent pònnere sos dispositivos de protetzione individuale idòneos, comente mascaredda cun filtru non inferiore a FFP2, guantes e otzaleddos o bisera de protetzione. A s'acabbu de ogni servìtziu, sas superfìtzies a intro de su mezu de trasportu depent èssere disinfetadas cun ipocloritu de sòdiu a su 0,1% a pustis de àere pulidu cun detergente nèutru.

Art. 7) Sa mesura de sa permanèntzia domitziliare de s'art.1 est de non dda cunsiderare in sos casos a manera crara disciplinados dae sas notas prot. n.2593 de su 10/03/2020 e prot. n.03EM de su 16/03/2020, esplicativas de sas ordinàntzias de su Presidente de sa Regione n. 5 de su 09/03/2020 e n. 9 de su 14/03/2020, cun sas cunditziones in custos documentos prevididas, e fintzas a sas àteras previsiones in prus de su Decretu interministeriale n. 145 de su 03/04/2020. Sa permanèntzia domitziliare est esclùdidas fintzas pro su personale de sas Fortzas Armadas/Fortzas de s'Òrdine, a cunditzione chi siat sutapostu a controllu sanitàriu dae sos òrganos sanitàrios militares cumpetentes e pro sos Òrganos costitutzionales in s'acumprimentu de sas funtziones pròpias.

Art. 8) S'eficatzidade de sos disponimentos de s'ordinàntzia n.6 de su 13 de martzu 2020 (gasi comente prorogada e modificada dae sas ordinàntzias n.12 de su 25.03.2020, n.14 de su 3.04.2020, n.19 de su 13de abrile 2020, n.20 de su 2 de maju 2020) est prorogada fintzas a su 02.06.2020, francu àtera pròroga esplìtzita.

Art. 9) S'ordinàntzia n.9 de su 14.03.2020 (gasi comente modificada e prorogada dae sas ordinàntzias n. 13 de su 25.03.2020, 15 de su 3.04.2020, n. 19 de su 13 abrile 2020, n. 20 de su 2 de maju 2020) est prorogada fintzas a su 02.06.2020, francu àtera pròroga esplìtzita. A s'art. 2, comma 1, de s'ordinàntzia mentovada n. 9, a pustis de sos faeddos ''dae s'aeroportu de Casteddu'' (''dall'aeroporto di Cagliari'') est atzuntu s' intzisu ''e Terranoa'' (''e Olbia'').

Torrant a tzucare sos bolos privados in totu sos aeroportos regionales:

Art. 10) Francu cantu prevididu dae s'artìculu 9 de custa ordinàntzia, in sos aeroportos de totu su territòriu regionale sunt permìtidas sas atividades de aviatzione generale dae su 21 de maju 2020, fata in antis sa sutiscritzione tra Regione e Sotziedades de gestione aeroportuales de inditos ghia apòsitos chi pertocant sos controllos de fàghere a sos passegeris in intrada, validadas dae su Comitadu tècnicu iscientìficu istituidu pro fàghere fronte a sa difusione epidemiològica de su Covid-19 in Sardigna cun deliberatzione de sa Giunta regionale n.17/4 de su 01/04/2020, comente integradu cun deliberatzione n. 24/9 de s'08/05/2020.

Art. 11) S'incomintzu torra de su tràficu passegeris de lìnia de s'aviatzione cummertziale chi nde derivat dae s'abertura torra de s'aeroportu de Terranoa dipendet dae sa sutiscritzione de unu Protocollu ispetzìficu tra s'Autoridade Sanitària Regionale e sa Sotziedade de Gestione Aeroportuale GEASAR pro sa disciplina de sos controllos sanitàrios collegados a s'emergèntzia epidemiològica dae CoVid-19 in sos passegeris in intrada, fintzas cunsiderende intzidèntzia prus arta de su nùmeru de casos positivos in sa Provìntzia de Tàtari in cunfrontu a s'àteru territòriu regionale.

Custas sas atividades chi torrant a incomintzare dae su 18 de maju:

Art. 12) Totu sas atividades giai cunsentidas dae sas ordinàntzias nn. 20 de su 2 de maju 2020 e 22 de su 13 de maju 2020 sunt prorogadas fintzas a su 2 de làmpadas 2020, francu àteras pròroga in prus.

Art. 13) In s'àmbitu de su territòriu regionale, cunsiderende su valore carculadu de s'ìnditze de trasmissibilidade Rt (R cun t) paris a 0,24 e fintzas chi custu non nche passet su lìmite de 0,50, cunsiderende sa publicatzione de sos indicadores prevididos dae su D.M.S. in data 30 abrile 2020 de su Ministeru de sa Salude, chi tzertìficat sa cumpatibilidade se s'acumprimentu de sas atividades chi ant a èssere descritas mègius prus a in antis e cun s'andamentu de sa situatzione epidemiològica in su territòriu regionale cunforma a s'art. 1, primu comma, lìteras dd), ee) e gg) de su DPCM 17 de maju 2020, abarrende semper vàlida sa proibitzione de atropòlliu e de respetare sa distàntzia personale, in cunformidade a sos dispomimentos ghia pro torrare a abèrrere sas atividades econòmicas e produtivas aprovadas dae sa Cunferèntzia de sas Regiones e de sas Provìntzias Autònomas in data 16 de maju 2020 e allegadas a su richiamadu DPCM (All. 17), dae su 18 de maju 2020 est cunsentidu de abèrrere sas atividades de
a) Cummèrtziu a sa minuda in sede fissa, cummèrtziu in giassos pùblicos (mercados, giassos foras de sos mercados e àteros) agentzias de servìtzios (pro nàrrere: agentzias de biàgiu e agentzias immobiliares);

b) Servìtzios pro dare alimentos e bevandas e atividades, fintzas artigianales, pro ddos leare a àteru logu o de consumare in su matessi giassu in ue si bendent (bar/tzilleris, pub, ristorantes, gelaterias, pastitzerias);

c) Atividades turìsticas chi pertocant a sa balneatzione;

d) Istruturas ritzetivas alberghieras, istruturas ritzetivas in foras, allògios in agriturismu;
e) Cummèrtziu a sa minuda;

f) Cummèrtziu a sa minuda in giassos pùblicos ( mercados, fieras e mercato de traballos fatos pro ispassiu o in su tempus lìberu );

g) Ufìtzios abertos a su pùblicu, pùblicos e privados, istùdios professionales e servìtzios amministrativos;
h) Mantenidura de su Birde (giardinos, aiuolas, matas, …);

i) Atividade de abertura a su pùblicu de sos museos e de sos àteros istitutos e logos de sa cultura mentovados in s'artìculu 101 de su còdighe de sos benes culturales e de su paesàgiu rispetende sos printzìpios de sos inditos ghia natzionales;

j) Tirotzìnios extracurriculares a mercadu, in ue su sugetu promotore, cussu chi retzit e su tirotzinante cuncordent s'incumintzu torra de su tirotzìniu, firma abarrende sa possibilidade de incomintzare o sighire su percursu formativu cun modalidade a distàntzia; su tirotzìniu in presèntzia depet èssere fatu, in ogni modu, in su rispetu de sas indicatziones tècnicas e operativas indicadas in sos inditos ghia natzionales o in sos protocollos regionales prevididos pro su setore.

Art. 14) In su tempus chi s'acumprint sos Protocollos ispetzìficos cun sos entes locales e/o sas organizatziones de categoria e/o sindacales a livellu regionale, validados dae su Comitadu Tècnicu Iscientìficu istituidu pro fàghere fronte a sa difusione epidemiològica de su Covid19 in Sardigna cun deliberatzione de sa Giunta regionale n. 17/4 de su 01/04/2020, comente integradu cun deliberatzione n. 24/9 de s'08/05/2020, s'esertzìtziu de sas atividade mentovadas in antis in s'art. 13 est subordinada a s'osservàntzia de sos ''inditos ghia pro torrare a abèrrere sas atividades econòmicas e produtivas'' aprovadas dae sa Cunferèntzia de sas Regiones e de sas Provìntzias Autònomas in data 16 maju 2020 e allegadas a su DPCM 17 de maju 2020 (All. 17) in su rispetu de sos printzìpios cuntènnidos in sos protocollos o in sos inditos ghia natzionales, chi inoghe si allegant a custa ordinàntzia suta sa lìtera ''A'' pro nde fàghere parte integrante e sustantziale.

Torrant a abèrrere sas marinas:

Art. 15) Dae su 18 de maju est permìtidu andare in sas marinas lìberas.

S'ordinàntzia balet dae su 18 de maju a su 2 de làmpadas 2020:


Art. 16) Pro totu su chi non est a manera esplìtzita disciplinadu dae custa ordinàntzia, balet su DPCM 17 de maju 2020 e sos allegados suos.

Art. 17) Sos disponimentos de custa ordinàntzia, francu cantu prevididu in s'artìculu 10, produint sos efetos issoro de su 18 de maju 2020 e fintzas a su 2 de làmpadas 2020, francu pròroga esplìtzita e francu àteras prescritziones diferentes, fintzas de inditu contràriu, chi diant pòdere èssere netzessàrias a segunda de comente at andare sa difusione de su virus, chi at a èssere controllada a manera costante dae sos òrganos cumpetentes de s'amministratzione e de sas aziendas.

Documentos alleados in sa parte in limba italiana de su situ istitutzionale de su Comune de Bidoniu:

DPCM 17.05.2020, Allegados DPCM 17/05/2020

Ordinàntzia Presidente Regione Sardigna n. 23 de su17/05/2020

Diapositivas Inditos ghia Fase 2 Anci

Pro informatziones:

Ufìtziu/Òrganu: Sìndigu

Referente: Ilaria Sedda

Indiritzu: Carrera Taloro 3

Telèfono: 078369044

Fax: 078369407

Posta eletrònica: sindaco@comune.bidoni.or.it

Posta eletrònica tzertificada: protocollo@pec.comune.bidoni.or.it

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
DPCM 17.05.2020 Formato pdf 1639 kb
Allegati DPCM 17/05/2020 Formato pdf 1222 kb
Ordinanza Presidente Regione Sardegna n. 23 del 17/05/2020 Formato pdf 1299 kb
Slides Linee Guida Fase 2 Anci Formato pdf 463 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Sindaco
Referente: Ilaria Sedda
Indirizzo: Via Taloro 3
Telefono: 078369044  
Fax: 078369407  
Email: sindaco@comune.bidoni.or.it
Email certificata: protocollo@pec.comune.bidoni.or.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto